en   fr   de   ro   es   it
  
     Username:  Password:  

registerforgot password?

Saturday, 30 August 2014
Recherchez par artistes Recherchez
LAST  Advertisements
LAST  Last Queries

 


Ecouter The boke - gadis prima jasa


Paroles

A Che Ora È La Fine Del Mondo (Ligabue)

Che or'è, scusa ma che or'è
Che non lo posso perdere l'ultimo spettacolo
Fine del Mondo in Mondovisione, diretta da San Pietro per l'occasione
La borsa sale, i maroni no, Ferri batte il record di autogol
Le liste del Giudizio Universale saranno trasmesse dai telegiornali
A reti unificate e poi sulla pagina 666
Prima però su Canale 9 ci sarà il terzo Festival del dolore
Con la finale dei casi umani meno meno umani che mai
I puttanieri ci diano dentro, che là di là niente ciccia, niente
Niente ma tu giri più leggero, bruciando le tue scorte di preservativi
Fiorin fiorello, l'amore è bello se ci sei tu
A che ora è la fine del Mondo?
A che ora è la fine del Mondo?
A che ora è la fine del Mondo, che rete è?
Destra, sinistra, su, giù, centro, fine del Mondo con palle in giramento
Che chi è fuori è fuori e chi è dentro è dentro, e fuori TV non sei niente
Ultimo appello per i merdaioli, finitevi la merce che di là non funziona
Altro girone, altro regalo, niente caramelle per i leccaculo
OK, il girone è giusto, OK!
A che ora è la fine del Mondo?
A che ora è la fine del Mondo?
A che ora è la fine del Mondo, che rete è? Che ora è? Che rete è? Che ora è?
A che ora è la fine del Mondo?
A che ora è la fine del Mondo?
A che ora è la fine del Mondo, che rete è?
Forse là di là mancherà qualcosa: casa, chiesa, tele e cosa?
Serial killers, serial politici, morti in diretta, i migliori casi clinici
Cazzi vostri in onda, OK!
A che ora è la fine del Mondo?
A che ora è la fine del Mondo?
A che ora è la fine del Mondo, che rete è?

Non Sparate Alle Rockstars (Pay)

c'è qualcuno che ha già deciso
quel ragazzo ha delle potenzialità
e allora forza
andate a dirglielo
perchè da oggi in poi la sua vita cambierà
sarà una rock star

riempitelo di droghe
dategli la celebrità
tante donne
una limousine
per i soldi adesso calma poi si vedrà
sarà una rock star

però non ditegli che un giorno forse tutto passerà
potrebbe andargli male
forse qualcuno sparerà
ma in fondo non era affatto male
era un bravo ragazzo
ma era una rock star
e prima o poi qualcuno spara alle rock stars

sparate alle rock stars

Il Solitario (Marlene Kuntz)

Il solitario, in assenza di loquacità
è avvoltolato in un enigma,
siede pensoso al limite della realtà
accavallando le sue lunghe gambe.

Lo puoi notare perchè è un indecifrabile.

Porta il suo sguardo negli accessi a cosa non si sa
e li pervade di fascino;
si tocca il mento e si schermisce alla gestualità
di chi sta accanto e lo incomoda.

Lo puoi giurare in sintonia con i fatti suoi,
quand'anche siano sostanzialmente guai,
perchè nel suo mondo è pace
ed è per questo che lui lo abita.

Il solitario, in gran miseria di calorosità,
sta bene al largo di un dilemma che prima o poi avrà
e non si chiede come tutta la faccenda finirà.
No: non si chiede come finirà.

E non si chiede se l'amore che non dà
si vestirebbe un giorno di fatalità
(Lo stesso amore che non prende
e che vestito a lutto a prenderlo verrà;
lo stesso amore che non prende
e che, bellissimo, a prenderlo verrà)

Spowiedz Swieta (Kazik)

W imie ojca i syna i ducha swietego
niech bedzie pochwalony jezus chrystus
ostatnio u spowiedzi bylem
troche dawno, grzechunie zatailem
pokute odprawilem, psze ksiedza z nami
obrazilem boga grzechami

to przesrane! Tak sciana w sciane
jak pamela jebana, niepowiekszana
w siedem osob:
ojciec, matka, siostra, maz, dziecko, ja, babka
telewizja od rana, co by nie pokazywali
film, sejm, owce na hali
gdzies tam na podhalu
dziennik przede wszystkim
w norze tej jest najwazniejszy
babka glucha, glowa wywija
z telewizja ryczy radio maryja
szalu mozna dostac w takim momencie
dziecko jeszcze ryczy, wszedzie
zla atmosfera. Maz siostry sie rozbiera
do wyra ja ciagnie, teraz go przypiera
ojciec budzi sie znad gazety
patrzy zle po terenie planety
malp. Matka na to czeka
uniosl leb - zupe mu podtyka
gdy zre, nie gada. Jest ciszej
zaciskam piesci, nie chce nic slyszec
ale chuj. A do tego wszystkiego
slychac leb zony sasiada tluczony przez niego
rowno w sciany sasiadujace
dzielnicowy ma to w dupie, trwa to miesiace
radio ciszej mowi, wiec babka podglasnia
radio ryczy, ojciec rydzyk wyjasnia

on wyjasnia zycie, radio gra glosniej
jeczy siostra, placze dziecko donosnie
nie slychac, co mowia w telewizji
"glosniej telewizor" ojciec krzyczy
zezarl zupe. Wiecej nie dostanie
zaczyna komentarz gazety czytania:
"skurwiesyny, ja bym ich zajebal
gdybym rewolwer tylko mial"
maz siostry nie konczy wtedy co swoje
zlazi z niej by sie klocic z ojcem

stoi bez gaci i kloci sie z ojcem
maz mojej siostry jest prawicowcem
nad lozkiem swoim, prawda jest taka
powiesil zdjecie zygmunta wrzodaka
ojciec za komuny do partii nalezal
wierny jej pozostal
kloca sie. Syf dookola
a okna zamkniete by nie przewiac dziecka
siedze w kacie. Siegam do kieszeni
dwie kreski zdobyc przestrzeni
rozsypuje. Chwila nieuwagi
matka szmata wytarla myslac ze to slad maki
gorzej sie robi. Oni sie kloca
po ryjach chyba zaraz sobie dadza
w dzienniku - wiadomosci sportowe
cisza na chwile. Tam maski gazowe
gady piora sie z kibolami
ranni, zabici, z obrazeniami
prognoza pogody, grazyna padee
reklamowy syfilis miedzy rzeczy te
koniec ciszy, koniec ze szczetem
szwagier krzyczy, ze kwasniewski jest zydowskim agentem
ojciec nie wytrzymuje, w twarz mu pluje
nic tu sie dzisiaj nie uratuje
szamotanie, z telewizji muzyka
zagluszaja glos radia rydzyka
babka podglasnia, apokaliptyka

obraz rodziny, a z nim muzyka
chetnie bym ich widzial na marach
daj pokute, niech minie mnie kara
nie wiem, ale chyba czuje
ze nie za wszystkie grzechy swoje zaluje

Bird (Air And Alessandro Baricco)

Bird, è il suo nome Bird.
Vecchio pistolero, il più vecchio.

Con strade sulla faccia, camminate da infinite sparatorie, diceva Shatzy.
Gli occhi deglutiti dal cranio, e mani di ulivo, le mani veloci, rami d'inverno.
Stanchi.
Il pettine, al mattino, bagnato d'acqua, rigare i capelli bianchi all'indietro, trasparenti, ormai.
Polmoni di tabacco nella voce che piano dice: Che vento, oggi.

Niente di peggio che non morire, per un pistolero.

Guardarsi intorno, ogni faccia mai vista può essere quella dell'idiota di turno arrivato da lontano per diventare quello che ha ammazzato Clay "Bird" Puller.
Se vuoi sapere quando si diventa un mito, allora ascolta:
è quando ti ritrovi a duellare sempre di schiena.
Finché ti vengono incontro da davanti sei solo un pistolero.
La gloria è una scia di merda, dietro la schiena.
- Sbrigati coglione, - disse senza nemmeno voltarsi.
Il ragazzetto aveva un cappello nero, e in tasca qualche stronzata che era il ricordo di un odio lontano, e la promessa di una qualche vendetta.
- Troppo tardi, coglione.

Con queste strade sulla faccia, vecchiaia vigliacca, a pisciarmi addosso la notte, il male bastardo sotto il cinturone, come una pietra rovente tra la pancia e il culo, non viene mai giorno, e quando viene è un deserto di tempo vuoto, da attraversare, come sono arrivato qui?, io.

Come sparava Bird.
Teneva le fondine al contrario con il calcio della pistola che usciva in avanti.
Estraeva a braccia incrociate, la pistola destra nella mano sinistra, e viceversa.
Così, quando ti veniva incontro, le dita a sfiorare il calcio delle pistole, sembrava una specie di condannato, qualcosa come un prigioniero che stesse andando al patibolo, con le braccia legate davanti.
Un istante dopo era un uccello rapace che apriva le ali, una frustata nell'aria, e il geometrico volo di due pallottole.

Bird.



Cos'è allora questo strisciare nella nebbia delle mie cataratte, costretto a contare le ore, io che conoscevo gli istanti, ed era l'unico tempo che esisteva per me.
Lo scarto di una pupilla, le nocche sbiancate intorno a un bicchiere, uno sperone nel fianco del cavallo, l'ombra di un'ombra sul muro blu.
Ci ho vissuto eternità, dove gli altri vedevano attimi. Per loro era come lampo ciò che per me era una mappa, una stella dove io vedevo cieli.
Io pensavo dentro pieghe del tempo che per loro erano già ricordo.
Non c'è altro modo, mi avevano insegnato, per vedere la morte prima che arrivi.
Cos'è allora questo strisciare nella nebbia delle mie cataratte, costretto a spiare le carte degli altri, mendicando battute dalla mia sedia, sempre quella, in seconda fila, la sera a tirare sassi ai cani, in tasca soldi da vecchio che le puttane non vogliono, li prenderà un mariachi, quando verrà, che sia triste e lunga la tua canzone, ragazzo, dolce la tua chitarra e lenta la tua voce, io voglio ballare, questa notte, fino al tramonto di questa notte, io ballerò.

Dicevano che Bird si portasse sempre dietro un dizionario.
Francese.
Ci aveva studiato tutte le parole,
una dopo l'altra, in ordine alfabetico.
Era così vecchio che aveva già fatto il giro e adesso se ne stava dalle parti della G, per la seconda volta.
Nessuno sapeva perché mai facesse tutto quello. Però una volta, a Tandeltown, dicono che si avvicinò a una donna, era bellissima, alta, occhi verdi, c'era da chiedersi come fosse finita lì. Lui le si avvicinò e le disse: Enchanté.

Clay "Bird" Puller.
Morirà in un modo bellissimo, diceva Shatzy.
Gliel'ho promesso: morirà in un modo bellissimo.

ce ti-as face (selecta) (Anda Adam Cu Alex)

I: 4 pereti, 5000 de Watt-i fac bum Caldura creste atunci cand intru in club Eu stiu, tu stii deja, DJ-ul face legea, striga 'Uh, selecta !' Ma simt atrasa de atitudinea ta Nici prea vulgar, nici prea cuminte, da Cu tine ma simt high, Iubirea face legea, striga 'Uh, selecta !' Prerefren: Vreau sa stii Alunec zi de zi spre inima ta Mi-as dori sa-ti spun... Refren: -De-ai fi cu mine ce ti-as face, de-ai fi -De-as fi cu tine am face numai prostii -De-ai fi aproape te-as atinge usor Te-as saruta aici in vazul tuturor Hai odata, baby, hai ! Hai odata, ce mai stai ? De-ai fi cu mine ce ti-as face, de-ai fi De-as fi cu tine am face 'Uh, selecta !'. II: De-ai fi cu mine ce ti-as face, de-ai fi O viata am, o viata te-as iubi Seara de seara in club Arata-mi ca ma vrei si striga 'Uh, selecta !' Asta-i momentul baby, nu te opri Danseaza dupa ritmul inimii Cand ma priveste asa E dragoste din prima, striga 'Uh, selecta !' Prerefren:.. Refren:.. O-o-o, o-o-o, o-o-o Vino si cu mine vei fi... O-o-o, o-o-o, o-o-o O-o-o, o-o-o, o-o-o Ce ti-as face de-ai fi III: Hei, cand intri in club toti baietii striga 'Honey, honey' Estoi a qui para volar con tigo, mami-mami De-ai fi a mea, sigur as incerca Sa te fac sa ma vrei, sa ma simti Te rog, deschide-ti inima ! Mamacita, eres bonita, Venga para ga perche me gusta tu boquita Ia-ma de mana si impreuna vom zbura Refren(x2):..

Guapa loca (Articolo 31)

BAILA GUAPA LOCA, NO ME HACE FALTA OTRA, SI TE MIRO SALGO DEL MUNDO, DONA VIDA Y COLORA MI SUENO
Adesso basta signorina qui si esagera è che mi attrai più della forza di gravità ma chi ti da il diritto di perseguitarmi notte e giorno di obbligarmi a averti attorno a sognarti quando dormo un bacio come colazione che mi rende balbuziente e la mia reputazione ne risente sarà per questo sorriso da beota che si dice che sono partito a ruota perché non cammino più volo a bassa quota, prima ero sempre in nota chiamato lingua loca ora dove vado con 'sta faccia da idiota sono in delirio primordiale e vederla ballare mi può incasinare l'equilibrio ormonale ma la musica è questa e non si ferma batti interna esterna si alterna eterna tu sei la mia conferma sa signorina se lei ne vuole ho le parole con un metro d'aria sotto le suole.
BAILA GUAPA LOCA, NO ME HACE FALTA OTRA, SI TE MIRO SALGO DEL MUNDO, DONA VIDA Y COLORA MI SUENO
BAILA GUAPA LOCA, EL SIGLO ESTA A TU PIE, ODIO Y RABIA SON SOLO PASADO, DAME MUSICA Y CREE EN MI SUENO
Dopo il bla bla bla del non leghiamoci troppo tu mi stai addosso come un giubbotto io appiccicato come un cerotto senti il botto io sono un petardo un miliardo di anni in ritardo su cose che prima vedevo soltanto adesso guardo a passo da un infarto non posso evitarlo ho fisso il traguardo con la tua faccia sulla bandiera da Milano si viaggia fino alla spiaggia con sabbia di frontiera, portami via subito non dubito di darti la vita se vuoi puoi farmi da medico mentre gioco questa partita frequenza dk sintonizzata per essere degno di chiamarti sueno di guenda, dammi rimedio o pozioni contro l'ordinarietà un episodio ai confini di questa realtà sarà il colore di ogni mio disegno e il mio sostegno ed il mio regno impegno
BAILA GUAPA LOCA, NO ME HACE FALTA OTRA, SI TE MIRO SALGO DEL MUNDO, DONA VIDA Y COLORA MI SUENO
DONDE LLEGA LA PLAYA, TUS MANOS, GABIOTAS DE PAISES LEJANOS, ME CUENTAN TU HISTORIA, POR TIGO LA GUERRA SE PARA POR TODA LA VIDA
BAILA GUAPA LOCA, EL SIGLO ESTA A TU PIE, ODIO Y RABIA SON SOLO PASADO, DAME MUSICA Y CREE EN MI SUENO
BAILA GUAPA LOCA, NO ME HACE FALTA OTRA, SI TE MIRO SALGO DEL MUNDO, DONA VIDA Y COLORA MI SUENO
Seguenti urbani invernali assumono sapori tropicali quando le tue mani i sensi miei consumano per quel tuo panorama che non si nomina in queste fonti di nirvana dove ci guardiamo l'anima qui non si capisce sono bendato e sto attraversando fuori dalle striscie musica che cresce solo per lei che balla per strada con tutto il mondo che le fa da D.J.
BAILA GUAPA LOCA, NO ME HACE FALTA OTRA, SI TE MIRO SALGO DEL MUNDO, DONA VIDA Y COLORA MI SUENO
DONDE LLEGA LA PLAYA, TUS MANOS, GABIOTAS DE PAISES LEJANOS, ME CUENTAN TU HISTORIA, POR TIGO LA GUERRA SE PARA POR TODA LA VIDA
BAILA GUAPA LOCA, EL SIGLO ESTA A TU PIE, ODIO Y RABIA SON SOLO PASADO, DAME MUSICA Y CREE EN MI SUENO

Nacidos Para Perder (Joaquin Sabina)

Soy del color de tu porvenir, me dijo el hombredel traje gris.
No eres mi tipo le contesté, y aquella tardeaprendí a correr.
Al pisar la estación le abrí la jaula a micorazón.
Tras las montañas estaba el mar, la noche, elvértigo, la ciudad.
El mundo a cambio de una canción, me daba unplato, un beso, un colchón.

La única medalla que me ha dado la vida era de hojalata ydetención.
No tenía salida el callejón de cuartel para eldesertor del batallón.
De los nacidos para perder, prima del almadesnúdate
del traje gris de la multitud, devuélveme alcamino del sur,
al país de la niñez donde una y una sumabantres.

La única medalla que me ha dado la vida en el escenario lagané.
No tenía salida el callejón de cuartel para eldesertor del batallón.
De los nacidos para perder, de los nacidos paraperder,
de los que viven muertos de sed, prima del almadesnúdame,
y aquella tarde aprendí a correr, donde una y unasumaban tres,
de los nacidos para perder, no eres mi tipo lecontesté
y aquella tarde aprendí a correr...

Confidential (Ombladon Featuring Bitza)

BiTza

Poate ai povestit de prima ta noapte de **
E de neinteles oare cum sa inteles
Ca in lok de dragoste-n exces
Ai gafait la bagaboante 5 min. pervers
Poate ai furat,poate`nvene ai bagat
Te-ai alcoolziat,prea putin ti-a pasat
Poate ai fumat neincetat
Te-ai rupt in 2 repetat
Poate e acelas cerc vicios
Esti inteles si intelegi pe dos
Nu-ti place cand esti etichetat
Atunci numai cataloga eronat
Poate te intrebi chiar tu
Esti judecat gresit sau nu
La intrebarea asta nu-ti raspund eu
O sa-ti raspunzi doar u mereu

Refren:2x
Numai da vorba mai departe
O sa auzi acum ce nu vezi in fapte
Numai spune intr-un final
TOt ce auzi e confidential

Ombladon

Ora 2 6.04.79` ma nasteam ca orice om normal
Intr-un spital bucurestean
Nu-mi dadeam seama de nimik
Nu cunosteam teama
Eram prea mik
Nu credeam ca viatza e complicata
Si ca nu o sa-mi placa sa ma complik
Am intalnit multi oameni in viatza
Multe zdretze,mi-am luat multi pumni in fatza
Asa se-nvatza si acum s-o dam pe fatza
Sa trecem la treaba ca multa lume se-ntreaba daca
Daca am f*** femeia altuia
Daca mi-a f*** altu femeia
Daca am ramas repetent in a 11 si a3a
Daca`s matol acum
Daca trece macar o zi fara sa trag un fum
Daca chiar imi trece prin gand
Daca rad cand altii plang
Daca mi-e teama de cineva
Daca tin la cineva
Daca e cineva care sa-mi placa
Daca ma cheama Ion
Daca vrei un raspuns sincer
Stii ceva ti se pare de kkt sau nu raspunsul meu e DA

Refren:2x(bitza):D
....

Ombladon(Again)

Mai am multe de raspunsuri de dat constat
Dar am sa le raspund doar celor care deja m-au intrebat
Daca cu heroina m-am injectat vreodata ca se aud vb
Daca am multi bani
Daca am 28 de ani
Inca odata daca am bani
Daca ai mei sunt mandri de ce fac eu
Daca zambesc mereu
Daca BMW in care am fost vazut e al meu
Sau daca am fost sa votez vreodata
Daca la vreun partid politic are ce sa-mi placa
Daca,daca,daca,daca trupa paraziti s-a destramat
Ma doare-n p***a de ce crezi tu
Raspunsul meu la toate e un NU date-n kkt

Refren:2x(Bïtzaaa)

Domani (Articolo 31)

Ma se domani un altro sole il tuo corpo riscalderà (domani), però domani un altro bacio dimmi che sapore avrà (domani), se domani un pensiero di ciò che era ieri ti chiamerà (domani), tienilo con te perché dopo un giorno ancora forse se ne andrà.
Oggi c'ho in testa te, non so perché, domani chissà... perciò se ti va senti qua: i ricordi sono in fila e non mi mollano, ad uno ad uno salgono e mi tormentano. Sono in para, noia dura, dolce tortura, paura, come quella sera indeciso sul baciarti o meno, a parlare sul divano ore, la prima volta che assaggiavo il tuo sapore e già ne ero strettamente dipendente, shhh, cotto immediatamente. Ed era tipo "che c'importa di domani?" , stringimi le mani, ma i baci non risolvono i problemi, e ora non ci sei, domani è già arrivato, e brucia dentro sai, anche se ero preparato, e cadono parole come pioggia sulla strada, forse verrà domani il sole che le asciuga.
Non so dove mi porterà questa marea, a largo o a riva non ne ho idea, se con qualcuno o se con te, non so domani neanche se sarò con me. Ma se domani un altro sole il tuo corpo riscalderà (domani), però domani un altro bacio dimmi che sapore avrà (domani). Se domani un pensiero di ciò che era ieri ti chiamerà (domani), tienilo con te perché dopo un giorno ancora forse se ne andrà.
L'autostrada scivola veloce, sto mangiando quel gelato che ti piace, che ti fa ingrassare, tutte le menate quante volte le ho sentite, mi gira in testa ancora la tua voce, dolce musica, pure quando isterica, quasi psichedelica, senza dubbio **a. E penso a quanto spesso son finito nel tuo letto a smaltire quel gelato, a restare impigliato nei tuoi capelli con il mio orecchino, a fare casino, per farmi stare zitto mi schiacciavi sulla bocca il tuo cuscino. Fumare sigarette, raccontarti barzellette fino al mattino, e mi divertivo quando mi correggevi se sbagliavo un congiuntivo. E come t'incazzavi quando t'abbracciavo e non m'ero tolto l'orologio e ti graffiavo, cento volte buonanotte e non dormivo, ti fissavo, poi mi muovevo e ti svegliavo: ...E lasciami dormire Ale ti prego...", ed eri così bella che non ci credevo...
Ma se domani un altro sole il tuo corpo riscalderà (domani), però domani un altro bacio dimmi che sapore avrà (domani). Se domani un pensiero di ciò che era ieri ti chiamerà (domani), tienilo con te perché dopo un giorno ancora forse se ne andrà. Forse domani un nuovo vento la mia passione soffierà via (domani), chissà domani quale fuoco ecciterà i peccati miei (domani), perché domani non ci sei, perché domani non c'è "noi", perché domani, c'è solo domani (domani), domani.
E ancora cambio umore se ti penso, è un bel po' che non ti sento, ma non mi frega cosa stai facendo, dentro ho un'immagine di te che non parla, l'ho fatta per guardarla e non voglio rovinarla. E tengo solo il buono, come il tuo profumo, che mi ha sballato più di ogni cosa abbia bevuto o fumato, e mai nessuna foto renderà giustizia al tuo sorriso quando esplode all'improvviso sul tuo viso, lascia stare, domani avrò un altro posto dove andare, e un'altra rima da inventare, e neanche so dove saranno i miei pensieri, forse sarai solo una luce che illumina il mio ieri. Ma ancora rido se penso ai soprannomi che mi hai dato, li sapesse anche il mio amico, sarei rovinato!! Non credi?? Sono ancora in piedi, e lontano che non mi vedi, ma oggi tu sei la mia musa, baby, fata benedetta e strega maledetta insieme, faccio di te le rime mentre domani viene, la notte muore schiaccio l'acceleratore, oggi sarà un giorno senza te, domani pure.
Ma se domani un altro sole il tuo corpo riscalderà (domani), però domani un altro bacio dimmi che sapore avrà (domani). Se domani un pensiero di ciò che era ieri ti chiamerà (domani), tienilo con te perché dopo un giorno ancora forse se ne andrà. Non so dove mi porterà questa marea, a largo o a riva non ne ho idea, se con qualcuno o se con te, non so domani neanche se sarò con me. Domani...


Video


Http://www.youtube.com/watch?v=Buo1Q3l6fyQgadis prima jasa.




Mp3, Musique, Download, Paroles, Chansons, Concerts, Billets, Live, Video, DVD, Gratuit, Discographie, Mpeg, Achtez, Bande, Artiste, Album, Collection, Archive, Evenements, Recherchez, CD